Oms, appello ai giovani: «Diffondete divertimento non il virus». I casi tra i 15 e i 24 anni sono passati dal 4,5% di febbraio al 15% di luglio

«Nessuno è invincibile e anche se per voi il Covid-19 non è mortale, vi si attacca addosso come un tornado con una lunga coda», ha detto rivolgendosi ai giovani il direttore generale dell’ufficio Europa dell’Oms

«Proteggete i vostri genitori e i vostri nonni. Diffondete divertimento, non il virus». Con queste parole l’Organizzazione mondiale della sanità si rivolge ai giovani riconoscendo in loro un ruolo determinante nella possibilità di contenere e combattere la diffusione del contagio da Coronavirus. Hans Kluge, direttore generale dell’ufficio Europa dell’Oms, ha manifestato preoccupazione per l’incremento dei casi positivi tra i più giovani: «Nessuno è invincibile – ha affermato – e anche se per voi il Covid-19 non è mortale, vi si attacca addosso come un tornado con una lunga coda».


A dimostrazione delle sue parole, Kluge ha menzionato diversi studi recenti secondo cui nella fascia di età fra i 15 e i 24 anni i casi di Covid-19 sono passati dal 4,5% di fine febbraio al 15% a metà luglio. E ha sottolineato: «Basso rischio non vuol dire assenza di rischio». Il direttore generale dell’ufficio Europa ha dunque ribadito gli accorgimenti necessari da osservare per evitare il contagio: «Indossare la mascherina quando si interagisce con altre persone, evitare folle e vasti assembramenti tenendosi lontano da bar e feste affollati, prediligendo incontri all’aperto e in gruppi ristretto e mantenendo comunque un metro di distanza».

Poi Kluge ha parlato di un’inversione di tendenza geografica sulla base dei dati del contagio. Al momento in Europa si registrano infatti 3,9 milioni di casi di Covid-19 che corrispondono al 17% del totale globale, vale a dire circa 22 milioni. Ecco perché è possibile affermare con certezza che l’epicentro della pandemia sono al momento le Americhe, «ma che anche altrove emergono delle impennate di contagi». E il direttore si riferiva con ogni probabilità a Paesi come l’India che nella sua ultima rilevazione ha registrato il record assoluto di 70mila casi in 24 ore.

In copertina: un bar di Torino|Ansa

Leggi anche: