Coronavirus, impennata di contagi nel Lazio: 215, soprattutto giovani e asintomatici. Il 61% viene dai rientri

Il 45% – ovvero 97 casi – è legato a persone di ritorno dalla Sardegna, dice l’assessore D’Amato

Sono 215 i nuovi casi di Coronavirus registrati oggi nella Regione Lazio. Una crescita costante negli ultimi giorni, che fa segnare oggi un record di positivi: sono in prevalenza giovani e asintomatici. L’assessore alla Sanità Alessio D’Amato ha spiegato che il 61% dei nuovi casi sono link di rientro. Di questi il 45%, ovvero 97 casi, sono legati a persone di ritorno dalla Sardegna.


La tendenza a un abbassamento dell’età media dei contagiati è confermata anche qui: «Sono in prevalenza giovani e asintomatici – ha spiegato D’Amato – In questa fase il tema non sono né le ospedalizzazioni, né le terapie intensive che sono assolutamente sotto controllo e non danno alcuna preoccupazione, ma bloccare tempestivamente le catene di trasmissione rintracciando gli asintomatici ed evitare che venga diffuso il virus in ambito familiare».

Intanto proseguono gli screening all’aeroporto di Fiumicino, porta di ingresso per potenziali casi di importazione. Nello scalo ieri sono stati individuati tre nuovi positivi, mentre cinque sono stati diagnosticati all’Aeroporto di Ciampino.

«Da inizio attività i casi positivi asintomatici individuati attraverso l’utilizzo dei test rapidi antigenici sono stati 72 di cui più della metà residenti fuori Regione – ha spiegato l’Unità di Crisi Covid-19 della Regione Lazio -. Tutti i viaggiatori sono asintomatici, sono stati posti in isolamento ed è stato avviato il contact tracing internazionale. Per quanto riguarda i drive-in della Regione Lazio nella giornata di ieri sono stati eseguiti 3.883 test per il Covid-19».

Foto in copertina: ANSA / Redazione Telenews

Leggi anche: