Il Covid colpisce il calcio italiano: dalla Fiorentina alla Spal, i contagi che mettono a rischio la ripresa del campionato

Per Gianni Nanni, rappresentate dei medici della serie A, se aumenteranno i positivi lo slittamento dell’inizio del campionato – previsto per il 19 settembre – è «un’ipotesi concreta»

Archiviata da poco la serie A, dopo il difficile stop imposto dalla pandemia da Coronavirus, il campionato torna a fare i conti con il rischio di un nuovo slittamento. Dopo la positività dell’allenatore del Bologna Sinisa Mihajlovic, già affetto da leucemia, altri due calciatori, Erick Pulgar e Simone Ghidotti della Fiorentina sono risultati positivi al test per il Coronavirus. I due atleti – asintomatici – sono stati subito messi in isolamento, come previsto dal Protocollo.

A questi si aggiungono l’attaccante del Sassuolo, Jeremie Boga, e Andrea Petagna del Napoli. Entrambi hanno iniziato il loro periodo di quarantena e attendono l’esito di negatività di un nuovo tampone per poter tornare a unirsi alle rispettive formazioni. Altri quattro casi sono stati individuati in casa Cagliari con Despodov, Ceppitelli, Cerri e Bradaric tutti risultati positivi al tampone. Positivo anche un calciatore della neo promossa Benevento. Casi anche nella serie B con Spal e Brescia.

«Era abbastanza attesa questa impennata al rientro dalle vacanze da parte dei calciatori, tutti ragazzi giovani. La situazione più significativa è quella del Cagliari ma tutto è ancora sotto controllo. Stiamo guardando in maniera molto vigile dell’andamento epidemiologico, attualmente sembra non ci siano problematiche che possano portare allo slittamento della Serie A», ha detto Walter Della Frera, rappresentante dell’Assocalciatori nella commissione medica della Figc.

Un parere che si discosta da quello di Gianni Nanni, rappresentate dei medici della serie A, secondo cui se i contagi dovessero aumentare, allora lo slittamento dell’inizio del campionato – previsto per il 19 settembre – «sarebbe un’ipotesi concreta».

Foto copertina: ANSA/ANGELO CARCONI | Il giallorosso Nicolò Zaniolo (a destra) e il giocatore della Fiorentina Erick Pulgar (a sinistra)

Leggi anche: