Lorenza, morta a Lipari a 22 anni: dopo l’ospedale, occupato il porto – Il video

Centinaia di cittadini di Lipari, insieme a familiari e amici di Lorenza, hanno impedito lo sbarco dei passeggeri al porto. Cosa è successo in quell’ospedale?

C’è tensione sull’isola siciliana di Lipari – come mostrano queste immagini inviate da un utente a Open – dove in queste ore alcuni residenti hanno deciso di occupare il porto bloccando gli arrivi dell’aliscafo e non permettendo lo sbarco dei passeggeri. C’è anche il cartello «Diritto alla salute, articolo 32 della Costituzione». Il motivo? I presunti disservizi dell’ospedale dell’isola che, proprio ieri, è stato occupato per accendere i riflettori sul caso di Lorenza Famularo, 22enne morta nella struttura ospedaliera nella notte tra domenica e lunedì per cause che sono ancora in fase di accertamento. I manifestanti chiedono una visita dell’assessore alla Sanità della regione Sicilia Ruggero Razza e il rafforzamento del presidio sanitario.

Ecco i video della protesta

Intanto è stata aperta un’inchiesta della Procura di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina), partita dalla denuncia presentata ai carabinieri da parte di Giovanni Famularo e Angela Giardina, papà e mamma della giovane. L’Asp di Messina, invece, ha avviato un’indagine con una commissione interna. Sospeso un infermiere dell’ospedale. Il servizio “ispezioni e vigilanza” che fa capo all’assessorato regionale alla Salute ha aperto un fascicolo ispettivo, chiedendo entro dieci giorni una relazione sull’assistenza prestata alla paziente dal personale sanitario di Lipari.

Alla manifestazione, organizzata dal fidanzato della donna, hanno preso parte familiari, amici e tanti residenti di Lipari che sono scesi in strada. Il sospetto è che il decesso di Lorenza sia stato causato da alcune inefficienze all’interno dell’ospedale. Stando ad una prima ricostruzione, la giovane è morta dopo sei giorni dai primi dolori alla testa, al braccio sinistro e all’addome di cui aveva già parlato con i medici del pronto soccorso dell’isola.

La replica della Regione Sicilia

Dalla Regione Sicilia fanno sapere che la prossima settimana l’assessore Ruggero Razza sarà a Lipari «per incontrare l’amministrazione comunale e una rappresentanza del Comitato per l’ospedale». Il governatore Nello Musumeci ha specificato: «Sarebbe giusto tenere separate due questioni profondamente diverse: la dolorosa scomparsa della giovane donna, per la quale la Regione ha subito disposto un’ispezione (da cui sembrerebbero emergere profili di responsabilità personale). Se qualcuno ha sbagliato, è giusto che paghi. Diversa è la questione della fase di avanzamento dell’attuazione della rete ospedaliera su Lipari».

«I cittadini dell’Isola – ha concluso il presidente della Regione Sicilia – rivendicano giustamente maggiori attenzioni e il loro grido d’allarme sarà ascoltato, con la dovuta attenzione. C’è anche il mio impegno. Ma le occupazioni e gli atti di forza servono solo a creare disagi a chi non ha colpe. Concorderemo assieme alla comunità locale il da farsi, ma in un clima di responsabile dialogo».

Foto in copertina di OPEN

Leggi anche: