Lorenza, morta a 22 anni a Lipari. Familiari e amici occupano l’ospedale dell’isola: «Vogliamo risposte»

Conoscenti della ragazza e cittadini dell’isola si sono rivolti direttamente al presidente della Regione Nello Musumeci: «O sistemano l’ospedale o lo smontiamo noi»

Con mascherine e nel pieno rispetto del distanziamento, un gruppo di persone guidate dal fidanzato della ragazza, e dal cognato, hanno occupato l’ospedale di Lipari per sapere di più sulle condizioni della struttura dove è morta Lorenza Famularo, una ragazza di 22enne scomparsa nella notte tra il 22 e il 23 agosto in circostanze ancora da chiarire.


«Non ci sono accuse rivolte in prima persona a nessuno, vogliamo capire quali sono i requisiti di sicurezza di questo ospedale», dichiara un ex dipendente dell’Ulss a una rete locale, TeleSpazio Messina. «Vogliamo sapere che tipo di organizzazione c’è e se questo è un ospedale di area disagiata in che modo si è pensato di organizzarlo. Ce lo devono dare i vertici della sanità provinciale e regionale».

Le persone riunite nella hall d’ingresso della struttura chiedono in particolare risposte al presidente della Regione Nello Musumeci e l’assessore alla salute Ruggero Razza, a Lipari. «O sistemano l’ospedale o lo smontiamo noi», hanno detto i familiari e amici della 22enne.

Lorenza Famularo è morta dopo sei giorni da quando aveva avvertito i primi dolori alla testa, al braccio sinistro e all’addome ed essere passata dal pronto soccorso alla Guardia medica dell’isola delle Eolie. Ma non si conoscono ancora le cause del decesso. Il tampone Covid post-mortem è risultato negativo. I genitori hanno presentato una denuncia ai carabinieri e subito è scattata l’inchiesta della procura di Barcellona Pozzo di Gotto. Anche l’Azienda sanitaria provinciale di Messina ha inviato un’indagine e sospeso un infermiere dell’ospedale.

Leggi anche: