Bielorussia, oltre 100mila persone contestano Lukashenko (il giorno del suo compleanno) – Il video

Solo oggi sarebbero stati 125 i manifestanti fermati dalle forze dell’ordine

«Vergogna, vergogna!». Lo slogan è quello urlato da una folla oceanica – sono state stimate circa 100 mila presenze – che si è riversata oggi, 30 agosto, in piazza a Minsk, in Bielorussia, per la terza settimana consecutiva. Il popolo torna a sfidare il presidente Aleksander Lukashenko, 66 anni compiuti oggi di cui 26 alla guida del Paese. I dati ufficiali diffusi dal ministero dell’Interno segnalano solo oggi 125 arresti.

EPA/STRINGER | Proteste a Minsk, Bielorussia

Il risultato delle elezioni del 9 agosto scorso, che hanno visto nuovamente la vittoria di Lukashenko sulla sfidante Svetlana Tikhanovskaya, hanno generato una protesta di massa in tutto il Paese. Il sospetto dell’opinione pubblica è che il voto sia stato manomesso. Per questo i cittadini e le opposizioni chiedono l’uscita di scena del presidente.

Il 66esimo compleanno del leader bielorusso ha reso più “creativa” la piazza con slogan e cori contro Lukashenko che resta tuttavia granitico nel suo palazzo, respinge le accuse e, se non per brevi video, non si vede in pubblico. In molti ricordano che una mobilitazione così non si vedeva dall’indipendenza della Bielorussia dall’Urss. Tra le immagini diventate virali, quelle di un’anziana signora che si oppone pacificamente alle forze di polizia, sventolando la bandiera nazionale.

Il governo ha dispiegato una massiccia presenza di forze dell’ordine per arginare il più possibile tafferugli e disordini. Mezzi dell’esercito e cannoni ad acqua sono sparsi per tutta la città e molte delle strade nella capitale sono bloccate. Intanto nascono marce e cortei in altre città del Paese, come Brest e Grodno.

EPA/STRINGER | Cordone di polizia a Minsk, Bielorussia

L’opposizione non arretra di un millimetro: l’obiettivo è tenere alta la tensione, sotto gli occhi della comunità internazionale che rinnova i suoi appelli al dialogo. Ue e Usa sono tra coloro che puntano il dito contro le elezioni, con Bruxelles che è pronta a imporre sanzioni contro i responsabili.

EPA/STRINGER | Manifestazione a Minsk, Bielorussia

In serata il presidente russo Vladimir Putin ha chiamato Lukashenko in occasione del suo compleanno, riferisce la Bbc, e lo avrebbe invitato a Mosca. Fino ad ora Putin aveva fatto sapere che la Russia ha creato delle forze speciali per un eventuale intervento in Bielorussia, ma che queste «non verranno utilizzate se non in nel caso in cui la situazione diventi fuori controllo».

Contenuti video: Twitter

Leggi anche: