Roma, Salvini tappezza la città con maxi cartelloni per le elezioni comunali del 2021. Ma il nome del candidato ancora non c’è

Il leader leghista è raffigurato davanti ai simboli della Capitale. Accanto al suo mezzo busto, il programma in pillole: dalla chiusura dei campi rom al taser per la polizia locale

La data delle le elezioni comunali 2021 è ancora sconosciuta così come il nome della maggior parte dei candidati. Nonostante questo, la partita politica di Matteo Salvini a Roma è già cominciata. I maxi manifesti con la faccia del leader del Carroccio stazionano sui muri della città con l’obiettivo di preparare gli elettori alle elezioni della primavera prossima.

Il mezzo busto del leader della Lega in completo blu viene raffigurato davanti ai simboli di Roma. Sui cartelloni il Colosseo fa da sfondo a Salvini, così come Piazza Venezia e San Pietro. Quattro i temi scelti. “Roma città più sicura”, “Roma città dello sport”, “Roma una città più pulita”, “Roma una città più efficiente”. Le proposte – accennate in poche righe – vanno dalla questione rifiuti, da risolvere con i termo-valorizzatori, alle strutture da implementare per le attività sportive. Senza dimenticare il taser, di cui rifornire la Polizia locale, e la chiusura dei campi Rom.

Non ultima la metro C, argomento chiave, tra gli altri, di un programma politico riassunto praticamente su cartellone. La Lega mira a prendersi Roma e non lo nasconde. A rimanere ancora nascosto, come anche a sinistra, è al momento il nome del candidato al Campidoglio. Nessuna ipotesi concreta, per ora, sulla decisione che la Lega dovrà prendere insieme a quelli che saranno gli alleati di coalizione.

Le reazioni

«Non è certamente sufficiente qualche cartellone per rivendicare il nome del candidato sindaco», ha commentato il capogruppo di Fratelli d’Italia in Campidoglio Andrea De Priamo. Pronta la risposta del capogruppo leghista Politi, che ha fatto sapere che «questa è solo la prima di una serie di iniziative» che il partito è pronto a lanciare in città. «Roma è centrale per la Lega».

Leggi anche: