Vasto incendio al porto di Ancona, il fumo invade il centro città. Il Comune: «Tenete chiuse le finestre» – Video

Il fumo acre ha invaso la città per le fiamme divampate questa notte nell’area portuale. Si attendono i risultati sulla tossicità dall’Arpam e dall’Asur. Nell’area dell’incendio sono andati a fuoco capannoni con vernici e solventi

Un vasto incendio è scoppiato nella zona del porto di Ancona poco dopo mezzanotte. Le fiamme sono divampate da un capannone, si sono sentiti anche dei boati. Al momento non risultano feriti o vittime, mentre sono arrivate sul posto le squadre dei Vigili del fuoco di Ancona, Macerata e Pesaro che, dopo alcune ore, sono riuscite a circoscrivere l’incendio.

ANSA / Vigili del Fuoco | La colonna di fumo dall’area dell’incendio al porto di Ancona

Una densa colonna di fumo si è sviluppata dall’area ex Tubimar, dove le fiamme hanno distrutto alcuni camion e le strutture dei capannoni. All’interno si troverebbero solventi, vernici e materiali potenzialmente tossici. In quella zona c’è anche una ditta che produce azoto liquido, un impianto di metano e una centrale elettrica.

Dal Comune di Ancona è partito l’invito a tenere chiuse le finestre per precauzione, in attesa dei risultati delle analisi dell’aria dall’Arpam e dall’Asur, mentre il fumo ha invaso il centro della città. Il Comune ha anche disposto la chiusura di tutte le scuole e delle università, oltre che i parchi e gli impianti sportivi all’aperto.

Leggi anche: