Maltempo, 5 cadaveri recuperati in Liguria. Il Po è a circa un metro sotto il punto di esondazione

Le persone non sono state ancora identificate. Nel frattempo continua l’ondata di maltempo: allerta arancione anche nel Nord Ovest della Toscana

Sale a cinque il numero totale di cadaveri trovati in Liguria dopo l’ondata di maltempo. Due sono stati recuperati sull’arenile di passeggiata Trento Trieste a Ventimiglia e sul greto del fiume Roya. Il quarto invece è stato trovato non lontano da dove era stato recuperato il primo cadavere, in zona Tre Ponti a Sanremo, sulla sogliera, circondato dai detriti portati dalla mareggiata. Il quinto è stato trovato a Santo Stefano Al Mare (Imperia), nei pressi del porto turistico di Marina degli Aregai.


Finora nessun cadavere è stato ancora identificato e non sono arrivate le segnalazioni di persone disperse. Continuano le indagini dei carabinieri ma al momento l’ipotesi principale è che si tratti di persone travolte dal maltempo che si è abbattuto sul Ponente della Liguria. Nel caso del fiume Roya l’uomo potrebbe essere stato trascinato vai dalle correnti a monte, nel territorio francese.

Pavia, ricerche disperso senza esito

Sono ancora senza esito le ricerche del cacciatore disperso da ieri in Lomellina, Renato Mantovani di 77 anni, in seguito all’esondazione del Sesia. L’uomo aveva partecipato a una battuta di caccia nelle campagne del comune di Palestro (Pavia). Questa mattina i vigili del fuoco hanno però tratto in salvo con l’elicottoro due persone rimaste isolate su un isolotto nel Po.

Nuove piogge in arrivo

Nel frattempo sono arrivate nuove piogge da oggi pomeriggio nelle regioni centro-settentrionali d’Italia. A dirlo è la Protezione Civile con un avviso che riguarda il Veneto, Friuli Venezia Giulia e le Province Autonome di Trento e Bolzano. Attese anche gradinate e forti raffiche di vento. Allerta arancione per pioggia anche nel nordovest della Toscana a partire dalle 18 di oggi. In Liguria sono attesi temporali fino a domani e l’Arpal ha prolungato l’Allerta gialla (la più bassa).

Cresce il livello del Po

Al punto di rilevazione del Ponte della Becca, il Po alle 12 aveva raggiunto la soglia di allarme di 4,50 metri sopra lo zero idrometrico, soltanto un metro sotto il punto di esondazione. Il colmo di piena del Po ha raggiunto invece il livello di 4,64 metri secondo l’ultima rilevazione dell’Agenzia Interregionale per il fiume. Anche il Ticino è arrivato fino a 1,93 metri sopra lo zero.

ANSA / TINO ROMANO | Vermenagna, Limone Piemonte, vicino Cuneo, 3 ottobre 2020

Continuano i soccorsi

In Piemonte sono stati registrati danni in 108 comuni, quasi un decimo del totale. Centinaia di utenze sono senza corrente elettrica: sono almeno 2.700 nel Verbano-Cusio-Ossola, 2.360 in provincia di Vercelli e 1.500 in provincia di Cuneo. Da stamattina oltre 1.000 interventi hanno avuto luogo nelle province di Cuneo, Vercelli, Biella, Novara e Verbania per smottamenti, allagamenti diffusi e danni d’acqua. Verso mezzogiorno gli interventi in Liguria erano dati a 650, in Lombardia 783.

Leggi anche: