È morta Carla Nespolo, prima donna alla guida dell’Anpi. L’addio dell’associazione partigiani: «Ciao comandante»

«Ciao comandante», nella nota di commiato i compagni l’hanno salutata così. Dal novembre del 2017 aveva preso le redini dell’Anpi con «grande sapienza e intelligenza politica»

La nota dell’Anpi di questa mattina annuncia una notizia dolorosa per tutta l’Associazione Nazionale Partigiani. La presidente nazionale Carla Nespolo è scomparsa a 77 anni. «Ciao comandante», i compagni salutano così la prima donna presidente che dal novembre 2017 aveva preso la guida nazionale dell’organizzazione. Nel post di commiato si ricorda la «grande sapienza, passione, intelligenza politica e culturale» di Carla Nespolo, «nel solco pieno della grande tradizione di autorevolezza ed eredità attiva dei valori e principi della Resistenza».


È stata una malattia a causare la morte della presidente nazionale, che secondo quanto raccontato dai più vicini a lei, aveva messo a dura prova la donna soprattutto negli ultimi «durissimi mesi». Una vita politica legata alla città di Alessandria, Nespolo è stata anche una stimata insegnante oltre che parlamentare del Partito Comunista Italiano prima e del Partito Democratico della Sinistra poi.

Foto in copertina: Anpi

Leggi anche: