L’ottimismo di Carla Nespolo nel suo ultimo 25 aprile: «Dopo il Covid nasca una società più giusta» – Il video

La prima donna presidente dell’Anpi si è spenta a 77 anni. Ecco l’appello che aveva rivolto agli italiani in occasione della festa della Liberazione, vissuta in pieno lockdown

Carla Nespolo, prima donna a diventare presidente nazionale dell’Anpi nel 2017, è morta all’età di 77 anni. La notizia della sua scomparsa è stata data dalla segreteria nazionale dell’associazione. Nata a Novara nel 1943, dal 1976 al 1983 era stata deputata del Partito comunista, poi senatrice dal 1983 al 1992. Nel suo ultimo messaggio per il 25 aprile, festeggiato senza manifestazioni perché il Paese era in pieno lockdown a causa del Coronavirus, Nespolo aveva spronato tutti gli italiani: «Facciamo sì che dopo questa tragedia nasca una società più giusta, come i partigiani avrebbero voluto. Non possiamo abbracciarci, partecipiamo con il cuore».


Moltissimi i messaggi di cordoglio da parte del mondo della politica. Fra i primi a ricordarla su Facebook il segretario del Pd, Nicola Zingaretti: «L’Italia intera perde una donna straordinaria che ha sempre lottato per la libertà, i diritti, le donne, i giovani e contro ogni forma di disuguaglianza. Voglio ricordarla con una sua frase: “Essere antifascisti oggi significa essere contro il razzismo, contro chi approfitta anche della crisi sociale per far regredire politicamente, culturalmente e moralmente il nostro Paese”. Carla, ci mancherai».

Video: Anpi / Vimeo

Leggi anche: