Addio a Eddie Van Halen, il leggendario chitarrista se ne va a 65 anni per colpa di un tumore. Il figlio: «Ho il cuore a pezzi»

«Ogni momento che ho condiviso con lui è stato un dono – ha scritto suo figlio, il bassista Wolfgang – Il mio cuore è a pezzi e non credo che mi riprenderò mai completamente da questa perdita»

Il co-fondatore della band hard rock Van Halen, leggendario chitarrista tra i più imitati di tutti i tempi, Eddie Van Halen, è morto oggi a 65 anni a Santa Monica, in California, dopo aver perso la sua lotta contro un tumore alla gola che da ormai 10 anni lo affliggeva. A darne l’annuncio, i suoi familiari.


«Non posso credere che devo scrivere questo, ma mio padre ha perso la sua lunga e difficile battaglia contro il cancro», ha scritto il figlio della celebre star Wolfgang su Twitter, anche lui musicista. «È stato il miglior padre che potessi chiedere. Ogni momento che ho condiviso con lui, sul palco e non, è stato un dono. Il mio cuore è a pezzi – ha concluso – e non credo che mi riprenderò mai completamente da questa perdita».

EPA/SEAN MASTERSON | Eddie Van Halen

Eddie Van Halen fondò il suo gruppo hard rock nel 1972 insieme a suo fratello, il batterista Alex, e negli anni Ottanta il successo della band era alle stelle, anche grazie al cantante David Lee Roth. Indimenticabile per tutte le generazioni viventi il brano Jump (1984), riproposto da molte band e orchestre, anche in versione classica, con una intro davvero inimitabile.

In copertina: a sinistra il cantante David Lee Roth e a destra il chitarrista Eddie Van Halen

Leggi anche: