Giornata mondiale della salute mentale: non restiamo indifferenti davanti alla depressione – Il video

Ogni anno 800mila persone decidono di togliersi la vita. E la difficoltà a chiedere aiuto deriva anche da un diffuso stigma sociale verso il disagio psichico

40 secondi. Meno di un minuto. È il tempo che passa tra un suicidio e l’altro nel mondo. Il dato dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) è impressionante: le malattie mentali fanno più vittime della guerra, 800mila persone ogni anno decidono di togliersi la vita. Per la Giornata mondiale della salute mentale, un video in animazione afferma l’importanza di non restare indifferenti di fronte a chi soffre di depressione, la malattia mentale più diffusa in Italia.


I disturbi mentali e il suicidio, del resto, sono oggetto di un diffuso stigma sociale. E anche da questo deriva, secondo l’Oms, la difficoltà a chiedere aiuto. Manca poi la consapevolezza che il suicidio sia un grave problema di salute pubblica, tanto che solo 38 Paesi hanno dichiarato nel 2019 di avere un strategia nazionale di prevenzione. A livello globale il suicidio è la seconda causa di morte tra i giovani (15-29 anni) e colpisce sopratutto i Paesi a basso e medio reddito (79%). In Italia si contano quasi 6 casi ogni 100mila abitanti, a fronte di una media europea che sfiora gli 11 casi ogni 100mila abitanti.

Video: a cura di SpicyCom Communication – regia di Beatrice Corti in collaborazione con Meli Cartoon

Leggi anche: