Arrestato Pol G, cantante degli Assalti Frontali: aveva 6 chili di marijuana e hashish in casa. Ai finanzieri: «Non si lavora da mesi, non faccio concerti»

Secondo l’Ansa, il cantante avrebbe detto ai finanzieri di essere in difficoltà a causa della mancanza di lavoro

Uno dei cantanti del gruppo “Assalti frontali”, storico gruppo rap romano, Paolo Bevilcqua, è stato arrestato dalla Guardia di Finanza. Le autorità hanno trovato a casa sua, nel quartiere Pigneto di Roma, 6 chili di marijuana e hashish imballati in diverse confezioni. Bevilacqua, in arte Pol G, era fino ad oggi incensurato. Stando a quanto riportato dall’Ansa, Bevilacqua avrebbe detto ai finanzieri che lo hanno arrestato: «Non si lavora da mesi, non faccio concerti». L’artista è stato processato per direttissima e condannato a due anni di reclusione, con sospensione della pena e obbligo di firma, e pagare una multa di 20 mila euro. Spinto dalla crisi provocata dalla chiusura a causa del Coronavirus del settore dello spettacolo, della cultura e dei concerti – avrebbe spiegato Pol G – è entrato nel giro della consegna di droga per conto terzi per fare qualche soldo.


Foto copertina: Pol G |da Twitter

Leggi anche: