Diego Maradona sarà operato d’urgenza: ha un coagulo al cervello «conseguente a un trauma cranico»

L’allenatore argentino sarà trasferito a Buenos Aires per sottoporsi all’intervento in una struttura privata. Intorno alla clinica dove è ricoverato ci sono gruppi di supporter che fanno il tifo per lui

Dopo l’apprensione delle ultime ore per Diego Armando Maradona, ricoverato da ieri in una clinica de La Plata, in Argentina, le notizie a proposito delle sue condizioni di salute diventano più chiare. Il Pibe de Oro dovrà essere operato d’urgenza, già nelle prossime ore, per un coagulo al cervello. Gli accertamenti a cui si è sottoposto in clinica hanno in particolare evidenziato la presenza nel cervello dell’ex calciatore argentino di un ematoma subdurale.


Stando a quanto trapelato da fonti vicino alla famiglia di Maradona, il coagulo che si è formato nella testa dell’allenatore argentino sarebbe conseguenza di «un trauma cranico che potrebbe aver avuto un mese fa come cinque anni fa». Secondo indiscrezioni, l’ematoma si trova nella parte sinistra della testa di Maradona e si sarebbe formato dopo una caduta accidentale in casa, alla quale l’ex calciatore non avrebbe dato importanza.

El Diez a questo punto sarà trasferito nella provincia di Buenos Aires, per sottoporsi all’intervento in una struttura ospedaliera privata, il Fleni, situata a Olivos. Nel frattempo, intorno alla clinica Ipensa continuano a esserci gruppi di supporter che fanno il tifo per Maradona ed espongono striscioni con impressa l’immagine dell’ex calciatore, ora allenatore del Gimnasia La Plata. «Diego è lucido e molto tranquillo – ha detto il suo medico personale Leopoldo Luque -. Si tratta di un intervento di routine, e lui è d’accordo sul fatto di essere operato. Eseguirò io stesso l’intervento».

Leggi anche: