Il saluto di Pelè a Maradona: «Giocheremo insieme in cielo. Io ho perso un grande amico, il mondo ha perso una leggenda»

di Redazione

Una rivalità che ha spaccato il mondo del calcio in via definitiva. Due stili di gioco opposti, due paesi diversi (Brasile contro Argentina), due leggende, e un’amicizia

«Che notizia triste. Io ho perso un grande amico e il mondo ha perso una leggenda». Sono queste le parole con cui il campione brasiliano Pelé omaggia Diego Armando Maradona, scomparso oggi 25 aprile, a 60 anni, in seguito a un arresto cardiaco. Pelè l’amico, Pelè il rivale di una vita, simbolo di una competizione così forte e di alto livello da essere in grado di spaccare il mondo del calcio in via definitiva. Due stili di gioco opposti, due paesi diversi (Brasile contro Argentina), due protagonisti irreplicabili, e un’amicizia. «Un giorno, spero che potremo giocare a calcio insieme in cielo», scrive ora sul suo account Twitter O Rey, 80 anni, al Pibe de oro. «Ci sarebbe molto di più da dire, ma per adesso possa Dio dare forza alla sua famiglia», conclude Pelè nel suo tweet allegando questa immagine di vittoria. Quando ad aprile dello scorso anno Pelè si ammalò e fu ricoverato per via di un’infezione alle vie urinarie, Maradona gli augurò pronta guarigione e «mucha fuerza» con una foto scattata quaranta anni prima.


Leggi anche:

Redazione