Nuovo dpcm, coprifuoco e spostamenti tra “zone”: ecco il modulo per l’autocertificazione

Una vecchia conoscenza. E il modello resta lo stesso rispetto al Dpcm del 24 ottobre, usato in caso di ordinanze regionali che già prevedevano il coprifuoco

In Italia stanno per – in teoria, ai sensi del nuovo Dpcm – tornare le “zone” rosse: aree – individuate dal ministero della Salute sulla base dei dati monitorati della curva di contagi di Coronavirus – di semi-lockdown, in cui resteranno chiusi le attività non essenziali. Il Dpcm è atteso oggi in Gazzetta Ufficiale. Con la sua entrata in vigore, in tutto il territorio nazionale scatterà invece il coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino, dal 6 novembre fino al 3 dicembre. In questa fascia notturna sarà possibile spostarsi – che si sia in zona rossa, ma anche arancione e gialla – solo per comprovate esigenze lavorative, di studio e di salute, appositamente autocertificati.


Il modulo è disponibile sul sito del ministero degli Interni: è necessario indicarvi i motivi di eventuali spostamenti durante il coprifuoco o tra zone in cui il nuovo decreto li vieta. È in sostanza lo stesso già predisposto per il precedente Dpcm del 24 ottobre scorso, utilizzabile in quel caso nelle regioni in cui era in vigore una specifica ordinanza che già stabiliva un coprifuoco.

In copertina ANSA

Leggi anche: