«La bellezza ci salverà»: l’incanto della violoncellista Camille Thomas sui tetti di Parigi in lockdown – Il video

Per la giovane musicista, che già a marzo si era esibita per gli abitanti della capitale francese, l’arte è cibo per l’anima e ci permette di resistere nei momenti più difficili

A marzo, durante la prima ondata di Coronavirus, i suoi video dai tetti di Parigi hanno fatto il giro del mondo. Adesso la giovane violoncellista Camille Thomas, classe 1988, è tornata a suonare per gli abitanti della capitale francese confinati in casa dal nuovo lockdown: dal tetto dell’Institut de France ha eseguito il Kaddish di Maurice Ravel, con un Stradivari del 1730. «Credo profondamente che la bellezza salverà il mondo, è cibo per l’anima ed è più di un semplice intrattenimento, come guardare una serie su Netflix», ha detto Camille ai media francesi. «Di sicuro divertirsi è importante, ma il nutrimento dell’anima che viene dall’essere in un museo, dall’ascoltare un musicista che suona per ricevere la bellezza, è questo che ci permette di resistere nei momenti difficili».


Ovunque nel mondo gli artisti stessi sono messi a dura prova dalla sospensione degli spettacoli dal vivo, privati come sono del contatto con il pubblico. Ma Camille non si scoraggia: a giugno ha iniziato un progetto che l’ha portata a esibirsi all’interno dei musei francesi ancora vuoti e lo sta continuando durante la seconda ondata per combinare diversi tipi di bellezza, musica e opere d’arte. Ha in programma di realizzare in tutto nove video, che verranno girati all’interno di diverse istituzioni culturali francesi, dall’Institut du Monde Arabe al Palais Garnier e al museo Museo d’Orsay.

Video: Twitter / @CamilleThomasOF

Leggi anche: