Il Governo approva il quarto decreto Ristori: 8 miliardi di euro di aiuti tra lavoratori dello spettacolo, stagionali del turismo e bus panoramici

di Valerio Berra

Tra i punti emersi dalla bozza, ci sono anche 350 milioni di euro per fiere e congressi, oltre che 90 milioni di uero per il Fondo emergenze spettacoli, cinema e audiovisivo

Il decreto Ristori Quater è stato approvato. In un Consiglio dei Ministri durato poco più di un’ora, il Governo ha deciso di stanziare altri 8 miliardi di euro ai lavoratori colpiti dalla crisi economica scatenata dal Coronavirus. Il testo dovrebbe già essere pubblicato sulla Gazzetta ufficiale entro domani. Tra le categorie di lavoratori che potranno contare sui nuovi finanziamenti ci sono gli stagionali del turismo, delle terme e i lavoratori dello spettacolo. A questi si sono aggiunti anche i venditori di domicilio, a cui sarà destinato un aiuto attorno ai mille euro.


Come annunciato dal ministro delle Finanze Roberto Gualtieri, il decreto Ristori Quater riguarderà anche gli agenti di commercio: «Ampliamo ulteriormente la platea delle attività oggetto dei contributi a fondo perduto con l’ingresso di diverse categorie di agenti e rappresentanti di commercio». Il ministro della Cultura Dario Franceschini ha invece sottolineato la sovvenzione, sempre di mille euro, per i lavoratori dello spettacolo: «Nel decreto legge approvato ora in Consiglio dei Ministri ulteriori 1.000 euro per gli stagionali del turismo e per artisti, maestranze e lavoratori intermittenti dello spettacolo».

I fondi per bus panoramici e fiere

Nel quarto decreto Ristori firmato dal Consiglio dei Ministri dall’inzio della pandemia arrivano anche 10 milioni di euro per i bus panoramici, i mezzi scoperti che spesso si vedono nelle città più cercate dai turisti. Previsti anhe 350 milioni per le fiere e i congressi (inizialmente erano 500 milioni) e 90 milioni per il Fondo emergenze spettacoli, cinema e audiovisivo. 50 milioni invece saranno destinati alle imprese culturali.

Leggi anche:

Valerio Berra