La Spagna approva la legge sull’eutanasia: scatta il lungo applauso in aula – Il video

di Redazione

Il testo è passato con 198 sì, 138 no e due astenuti. Adesso andrà al Senato, dove il governo guidato dai socialisti ha i numeri per l’ok definitivo. Ecco cosa prevede

In Spagna la Camera dei deputati ha approvato con un voto storico la legge che rende possibile fare ricorso all’eutanasia per le persone che soffrono di malattie incurabili. Il testo, presentato dal Partito socialista del premier Pedro Sanchez, è passato nella serata del 17 dicembre con 198 sì, 138 no e 2 astenuti. Oltre ai socialisti hanno votato a favore Unidas Podemos, Junts per Catalunya (indipendentisti catalani di centrodestra), CUP (indipendentisti catalani di estrema sinistra) e Ciudadanos (destra liberale, all’opposizione).


Contrari il Partito Popolare (destra), Vox (estrema destra) e l’Union del Pueblo Navarro (partito di centrodestra della Navarra). La legge ora dovrà ricevere l’ok del Senato, ma in quella sede il governo ha numeri sufficienti per approvarla senza intoppi e le nuove disposizioni potranno entrare in vigore già all’inizio del 2021. La Spagna è dunque destinata a diventare il sesto Paese al mondo a legalizzare l’eutanasia, dopo Olanda, Belgio, Lussemburgo, Canada e Nuova Zelanda.

La legge prevede che le persone affette da una patologia incurabile possano avere accesso all’eutanasia in ospedali pubblici, cliniche private o anche a casa propria, dopo aver chiesto fino a quattro volte di poter ricevere il suicidio assistito e previa presentazione della documentazione medica che certifica la loro condizione. La richiesta dovrà essere esaminata e accolta da un’apposita commissione, poi il paziente dovrà dare il suo consenso definitivo. Si prevede comunque il diritto all’obiezione di coscienza per il personale sanitario.

Video: Twitter / @ronaldqema

Leggi anche:

Redazione