Il folle party di Natale sulla spiaggia australiana di Bronte Beach: centinaia di turisti britannici ammassati senza mascherina – Il video

di Redazione

Le autorità sanitarie temono che la festa, cui hanno partecipato molti giovani viaggiatori, possa aver innescato una massiccia catena di contagi

Un party di Natale sulla riva dell’Oceano, con centinaia di giovani ammassati e senza mascherina, è andato in scena il 25 dicembre a Bronte Beach, famosa spiaggia australiana alla periferia orientale di Sydney. E adesso le autorità sanitarie temono che la festa possa essersi trasformata in un cosiddetto evento superspreader, capace cioè di innescare una massiccia catena di contagi da Coronavirus.


La polizia è comunque intervenuta per disperdere la folla, composta in larga parte da viaggiatori britannici zaino in spalla, intenti a cantare e ballare incuranti dell’epidemia in atto. Un comportamento che potrebbe costare loro anche il visto per l’Australia, determinando l’espulsione immediata dal Paese, ma finora nessuno è stato fermato o multato dalle forze dell’ordine.


Il provvedimento è stato tuttavia minacciato dal ministro australiano per l’Immigrazione, Alex Hawke, che dopo aver visto le immagini del party diffuse sui social network si è detto «choccato». Sydney, d’altra parte, è già alle prese con un nuovo focolaio di Covid-19 partito dalla zona delle spiagge settentrionali, a circa un’ora di distanza da Bronte Beach, dove sono stati recentemente registrati 129 nuovi casi.

Video: Facebook / Morgan Drew

Leggi anche: