Mega-rissa alla festa di Capodanno a Malta, chiuso il ristorante. Il rapporto della polizia: «Zero rispetto di qualsiasi norma anti-Covid» – Video

Il proprietario, che aveva infranto tutte le regole anti-Covid, è stato multato. Non è chiaro se la chiusura sarà definitiva o temporanea

Chiuso il ristorante di Pacevile, a Malta, dopo la maxi-rissa della notte di Capodanno. Le autorità hanno multato il proprietario e gli hanno ordinato di cessare immediatamente l’attività. Nonostante le disposizioni contro il Coronavirus, nel locale era stato organizzato un cenone con tano di spettacolo di danza del ventre, ma la serata si era presto trasformata in una rissa che aveva coinvolto almeno cinquanta persone. Di questi, quattro sono finiti in ospedale. Per frenare i disordini la polizia era intervenuta arrestando due persone.


Un portavoce della Malta Tourism Authority non ha precisato alla stampa se il provvedimento di chiusura per il ristorante sarà definitivo o a tempo determinato. Dai rapporti di polizia è emerso che il proprietario ha violato tutte le norme anti-Covid e anche i testimoni hanno raccontato scenari analoghi. Uno di loro, ferito da una bottiglia, ha parlato di “«zero considerazione di qualsiasi norma», e altri clienti hanno riferito che, in fase di prenotazioni, il gestore aveva garantito che sarebbero state rispettate le regole di distanziamento, compresa quella che doveva limitare a sei persone le tavolate. Le cose, però, sono andate diversamente.

Leggi anche: