Spagna, Madrid nella tempesta. Lo scatto virale dell’operatore sanitario che affonda nella neve

di Redazione

50 centimetri di neve hanno bloccato la Capitale. Per il maltempo le operazioni di vaccinazione previste per il weekend sono state bloccate

In questi giorni la Spagna sta affrontando Filomena, la tempesta di neve più importante della sua storia recente. Una perturbazione che ha già causato 4 vittime, due a Madrid e due a Malaga, dove la forte pioggia torrenziale ha spazzato via un’auto con due persone a bordo. Nella capitale i 50 centimetri di neve caduti rendono le cose più difficili anche per l’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus: virale è diventata la foto di una persona ricoperta dalla tuta di protezione dal virus che si arrampica nella neve.



A causa del maltempo il personale sanitario ha dovuto interrompere le vaccinazioni previste per il fine settimana, mentre da lunedì si inaspriranno ulteriormente le restrizioni per fare fronte ai contagi. «La città è bloccata», dice il sindaco di Madrid, José Luis Martínez-Almeida, nel chiedere rinforzi. Il governo ha detto ai cittadini di «rimanere in casa». Erano 50 anni che il Paese non assisteva a una perturbazione del genere, spiega il ministro dell’Interno Fernando Grande-Marlaska.

Per il momento, ricostruisce ElPais, secondo Marlaska non ci sarebbero più persone sulle strade di Spagna nella necessità di ricevere un soccorso. Le persone intrappolate che sono state aiutate fino a questo momento sono state 1.500 nella sola Comunità di Madrid. Non solo: sono in preparazione convogli da parte del governo affinché i camion fermi in strada siano nelle condizioni di trasportare cibo, vaccini e medicinali.

Leggi anche: