In Francia è giallo sulla scomparsa di Diary Sow: la studentessa arrivata dal Senegal con una borsa di studio

di Cristin Cappelletti

È dal 4 gennaio, giorno in cui avrebbe usato per l’ultima volta il suo badge per accedere alla residenza universitaria, che non si hanno più notizie della ventenne

Miglior alunna dell’anno per due anni di fila e un sostegno economico per studiare in uno dei licei più prestigiosi di Parigi. È questo l’identikit di Diary Sow, la ragazza di venti anni scomparsa lo scorso 4 gennaio nella capitale francese e di cui non si hanno ancora notizie. Studentessa modello iscritta, grazie a una borsa di studio, al secondo anno della classe preparatoria al Lycée Louis-le-Grand, sarebbe dovuta tornare in classe a inizio gennaio. Al ritorno dalle vacanze di Natale passate in Senegal tutti hanno perso le sue tracce. L’ultimo accesso con il badge alla residenza universitaria del 13° arrondissement di Parigi è appunto del 4 gennaio.



La polizia ha aperto un’inchiesta

Prima l’allarme è stato lanciato sui social, con il passaparola di amici. Poi, è stata la scuola ad avvertire i servizi consolari del Senegal della scomparsa della connazionale. La studentessa, che ha alle spalle anche un romanzo dal titolo Sous le visage d’un ange, pubblicato lo scorso anno, sarebbe andata a trovare la sua migliore amica vicino a Tolosa fino al primo gennaio. Assieme, fa sapere Franceinfo, le due giovani sarebbero poi tornare a Parigi. Ma è dal 2 gennaio che nessuno le ha più parlato al telefono.

Ora la polizia ha aperto un’inchiesta per scomparsa di persona. Per lei si è mobilitata la comunità senegalese espatriata in Francia. Tra di loro, anche l’attore Omar Sy – noto al grande pubblico per la commedia Quasi amici e ora su Netflix con la serie Lupin – che insieme alla moglie si è mobilitato affinché la ragazza venga ritrovata. Anche il presidente senegalese ha chiesto che venga fatto il possibile per rintracciarla.

Leggi anche: