Coronavirus, in Veneto 1.003 nuovi positivi e 108 decessi. Zaia: «Sulla scuola il Tar ci ha dato ragione, tanti vogliono restare in Dad» – Il video

Il totale dei contagiati tocca quota 302.489, quello delle vittime arriva a 8.364. Il governatore: «Sui vaccini costretti a rallentare per un’altra settimana»

In Veneto si contano 1.003 nuovi contagiati dal Coronavirus e 108 morti nelle ultime 24 ore. L’incidenza comunicata dalla Regione nel bollettino del 21 gennaio è del 2,78%. Nel calcolo rientrano sia i tamponi molecolari (14.971), sia quelli rapidi (20.981), per un totale di 35.952 tamponi effettuati. Il totale dei contagiati dall’inizio dell’epidemia tocca dunque quota 302.489, quello dei decessi arriva a 8.364. I ricoverati attuali sono 2.798, di cui 333 in terapia intensiva (-5) e 2.465 in area non critica (-95).


Presentando i dati, il governatore Luca Zaia ha dichiarato: «Sono preoccupato che questi dati, che sono positivi perché i ricoveri sono in calo, non vengano letti come se il problema fosse risolto. Dobbiamo essere molto attenti, i vaccini per un’altra settimana andranno a rilento a causa dei tagli di Pfizer. Speravano di chiudere per gennaio la partita degli operatori sanitari e delle Rsa, per poi passare agli over 80 e alle altre categorie prioritarie. Invito i cittadini a usare la mascherina e ad avere la massima attenzione per evitare gli assembramenti».

Quanto alla scuola, Zaia ha aggiunto: «Sapete già che il Tar ha respinto la richiesta di sospendere la nostra ordinanza (quella che tiene chiusi gli istituti fino al 31 gennaio, ndr). Ringrazio i giudici amministrativi che hanno valutato fino in fondo la nostra memoria. Vuol dire che le motivazioni c’erano, le nostre ordinanze non sono fatte per partito preso. Tanti cittadini ci chiedono di restare in Dad. Poi è chiaro che la scuola deve essere in presenza, speriamo di venirne fuori velocemente».

Video: Facebook / Luca Zaia

Leggi anche: