«Vogliono annullare le Olimpiadi», la voce del Times smentita dal Giappone. Perché ora Tokyo 2020 rischia di saltare davvero

«Ci auguriamo che la vita quotidiana possa presto tornare alla normalità, e continueremo a fare ogni sforzo per affrontare le gare olimpiche in modo sicuro e protetto», scrive in una nota il governo nipponico

Nessun se, nessun ma. Il governo giapponese non intende abbandonare la strada delle Olimpiadi di Tokyo 2020, slittate a luglio 2021 a causa della pandemia di Coronavirus. Il quotidiano londinese Times, sulla base di indiscrezioni provenienti da fonti interne della coalizione del governo nipponico, ha pubblicato la notizia secondo cui le autorità giapponesi, in privato, sarebbero giunte alla conclusione che i Giochi olimpici sarebbero stati cancellati. 


Ma l’esecutivo guidato dal primo ministro Yoshihide Suga, in un nota, ha sconfessato tale indiscrezione, ribadendo come il governo del Paese del Sol Levante sia «focalizzato a implementare le misure per contenere la pandemia» e che in tutte le riunioni relative all’organizzazione dei Giochi sia stata posta al centro della discussione la «totale messa in sicurezza delle competizioni olimpiche e paralimpiche».

«Tutti i nostri partner, tra cui il governo nazionale, il governo metropolitano di Tokyo, il Comitato organizzatore di Tokyo 2020, il Comitato Olimpico Internazionale e il Comitato Paralimpico Internazionale sono completamente focalizzati sull’organizzazione delle Olimpiadi per l’estate 2021. Ci auguriamo – si legge ancora nella nota – che la vita quotidiana possa presto tornare alla normalità, e continueremo a fare ogni sforzo per permettere a tutti di vivere l’esperienza olimpica in modo sicuro e protetto».

Leggi anche: