Effetti della crisi di governo, salta (per il momento) l’autobiografia di Rocco Casalino

Doveva uscire il 23 febbraio ma sul sito della casa editrice il titolo non si trova più

Sono tanti gli effetti collaterali della crisi di governo. Tra questi, c’è anche lo stop all’uscita in libreria dell’autobiografia di Rocco Casalino, il portavoce del premier (attualmente dimissionario) Giuseppe Conte. Già perché la casa editrice Piemme avrebbe deciso per il momento di posticipare l’uscita di Il portavoce. Un’autobiografia, proprio per il protrarsi della crisi. Il libro era dato in uscita per il 23 febbraio, ma su Ibs il titolo non si trova più, mentre su Mondadori Store viene dato come prenotabile a 17 euro. Nessuna traccia del libro sul sito di Piemme, invece. Nella newsletter della casa editrice del gruppo Mondadori si legge un’anticipazione della sinossi: «Rocco studia duramente, è il più bravo della classe, la matematica gli piace e gli riesce facile. Così, tornato in Italia, si iscrive alla facoltà di ingegneria».


Nel racconto non manca ovviamente il Grande Fratello: «Rocco è ambizioso ma è anche bravo, impara la comunicazione politica da Gianroberto Casaleggio, per poi cambiare quella del Movimento 5 Stelle, stando fianco a fianco con Di Maio e Di Battista, e cresce su, su fino ad arrivare alla carica attuale». E ancora: «tante vite vissute, tante lezioni imparate, tanta fame di farcela a tutti i costi: per diventare il portavoce di Giuseppe Conte e uno degli uomini più decisivi di questi anni. Non mi ha regalato niente nessuno, questo è sicuro. E se sono orgoglioso di dove sono arrivato non è tanto per il ruolo che ricopro ma perché non dimentico mai da dove sono partito, cioè dalle condizioni più svantaggiate dell’universo».

In copertina ANSA / Claudio Peri – Maurizio Brambatti | Il portavoce del premier, Rocco Casalino, entra a Palazzo Chigi dove è in corso il Consiglio dei Ministri, Roma, 26 gennaio 2021.

Leggi anche: