Monza, cena a base di tartufo nel ristorante. Arriva la polizia e si nascondono in uno stanzino: 13 multati

I carabinieri sono entrati nel locale dopo aver notato le luci accese e diverse automobili parcheggiate. Hanno trovato una tavola imbandita, ma dei commensali nessuna traccia

Tredici persone sono state multate dai carabinieri dopo essere state scoperte mentre cenavano in un noto ristorante del centro storico di Meda, in provincia di Monza e Brianza, in barba alle restrizioni anti-Coronavirus. Il pasto clandestino a base di tartufo è stato consumato il 4 febbraio. I tredici commensali, età media 55 anni, si erano nascosti in uno stanzino per tentare di non farsi cogliere in flagrante.


Tutto è successo attorno alle 21 di giovedì scorso. I militari, notando le luci accese nel locale e le tante automobili parcheggiate davanti all’ingresso, hanno deciso di entrare per controllare la situazione. Una volta saliti al secondo piano del ristorante, apparentemente vuoto, hanno trovato una tavolata imbandita e apparecchiata di tutto punto, con diverse giacche appese alle sedie. Ma dei commensali nessuna traccia. Poco dopo li hanno trovati nascosti in uno stanzino. Oltre alle sanzioni, per il proprietario del locale è scattata anche la chiusura temporanea dell’attività.

Leggi anche: