In Veneto 18 decessi e 188 persone in terapia intensiva. Zaia: «I dati calano meno: attorno a noi un contagio più aggressivo» – Il video

Il presidente avverte che la curva non scende così velocemente come avveniva qualche settimana fa

Nelle ultime 24 ore il Veneto ha registrato 442 nuovi casi di Coronavirus, per un totale di 317.278 contagi dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Le vittime dell’ultima giornata sono invece 18, per un bilancio che ha raggiunto i 9.299 decessi. I numeri ospedalieri rilevano invece 1.824 persone ricoverate per Coronavirus. Di queste, 188 si trova in terapia intensiva, in calo di una unità da ieri. Il totale delle persone dimesse è invece di 14.903.


«Il calo non è più cosi importante come avveniva fino a poco tempo fa. Attorno a noi c’è un contagio molto più vivace e aggressivo», avverte il presidente del Veneto, Luca Zaia, presentando i dati quotidiani. In questo momento, dice il presidente, «portare la mascherina e igienizzare le mani vale più di un lockdown». Zaia annuncia inoltre che a metà febbraio verrà presentato uno studio sulla diffusione del contagio: «Sapremo quanto avrà prodotto l’assembramento scolastico, l’assembramento sociale ma senza incolpare nessuno».

Leggi anche: