Iraq, lancio di razzi contro l’aeroporto di Erbil. Colpita una base militare

Il compound ospita truppe straniere della coalizione a guida statunitense. Nessuna conseguenza per i militari italiani

Almeno tre razzi sono stati lanciati in direzione dell’aeroporto internazionale di Erbil, nel Kurdistan iracheno, uno dei quali avrebbe colpito una base militare che ospita truppe straniere della coalizione a guida statunitense. Gli altri razzi invece sarebbero caduti su aree residenziali vicino all’aeroporto, come si vede in alcuni video sui social media che hanno ripreso il momento dell’impatto. Secondo il sito di informazione Rudaw, i razzi sono stati lanciati dal distretto di Hamdaniya vicino Mosul. Ci sarebbero almeno cinque feriti tra i civili.


Non coinvolte le truppe italiane

Stando a fonti militari italiane e altri fonti nella capital del Kurdistan iracheno, non ci sarebbero feriti tra i militari italiani presenti nella base della coalizione internazionale. A Erbil sono di stanza alcune centinaia di militare italiani nella missione di addestramento Nato. Stando alle cifre fornite dall’esercito italiano, i numeri di soldati italiani impiegati nella missione internazionale “Prima Parthica” / “Inherent Resolve” – attive dal 14 ottobre 2014 per contrastare Isis -, sono circa 860.

Articolo in aggiornamento

Leggi anche: