I farmacisti in campo per le vaccinazioni anti-Covid. Oltre 5 mila sono già pronti

Per altri 2.800 abilitazione in arrivo. La ministra Gelmini: «Sono fondamentali»

Per accelerare sulle vaccinazioni il governo punta anche sui farmacisti. Il via libera dovrebbe arrivare nell’ambito del decreto Sostegni, che domani sarà all’esame del Consiglio dei ministri. Ma già nel piano vaccinale presentato dal nuovo Commissario per l’emergenza Coronavirus, il generale Francesco Paolo Figliuolo, era previsto l’allargamento del numero del personale addetto ai vaccini tramite accordi, non solo con i medici di medicina generale, i medici odontoiatri, e gli specializzandi, ma anche con medici convenzionati ambulatoriali e i farmacisti. Inoltre, la legge di bilancio 2021 prevede la figura di medici “supervisori” di riferimento.


Gelmini: «Fondamentale coinvolgere i farmacisti»

Così, anche i farmacisti potranno effettuare direttamente la somministrazione dei vaccini anti-Covid, ma prima dovranno ottenere l’abilitazione tramite un corso. Attualmente sono circa 5.174 i farmacisti già abilitati, mentre altri 2.800 si starebbero già preparando. La novità sarebbe stata discussa in una riunione di oggi tra il governo e i capigruppo della maggioranza. Un’ulteriore conferma arriva da Mariastella Gelmini. «Coinvolgere i farmacisti rappresenterebbe uno step fondamentale» scrive la ministra per gli Affari regionali e le autonomie che nello stesso tweet annuncia «novità importanti già con decreto Sostegni».

Leggi anche: