Germania, Merkel fa dietrofront sul lockdown rafforzato a Pasqua: «È stato un errore, mi scuso con il Paese»

Solo ieri l’annuncio della stretta, ora la marcia indietro: «Siamo ancora in tempo per rimediare»

Solo ieri la cancelliera tedesca Angela Merkel annunciava un lockdown rafforzato per contenere i contagi da Coronavirus nella settimana di Pasqua (dall’1 al 5 aprile), con relativa chiusura di negozi, dei supermercati e l’annullamento delle funzioni religiose. Ma dopo le aspre critiche che hanno travolto l’esecutivo, la cancelliera tedesca ha deciso di fare dietrofront, convocando in mattinata un incontro urgente tra Governo e Laender, revocando – di fatto – il lockdown rafforzato. «È stato un errore, e gli errori vanno corretti in tempo: è ancora possibile correggerlo», ha spiegato la cancelliera in mattinata, secondo quanto riferito dai media. 


Le scuse di Merkel

«Mi scuserò personalmente con la Germania», ha poi dichiarato Merkel, stando a quanto scritto dal Der Spiegel. A stretto giro, la stessa cancelliera ha confermato le indiscrezioni, dichiarando: «Si tratta di un errore che deve essere chiamato come tale e bisogna correggere in tempo, anche se è stato fatto per una buona ragione e cioè quella di frenare la terza ondata e far tornare indietro la curva dei contagi. So che questo procura altra insicurezza e chiedo perdono a tutti i cittadini e a tutte le cittadine». Merkel ha detto che la stretta decisa nel summit di due giorni fa non è «realizzabile in poco tempo». La decisione di blindare nuovamente il Paese era stata presa nella notte tra lunedì e martedì, dopo un confronto – tra gli altri – con il sindaco di Berlino, Michael Müller, e con il presidente della Baviera, Markus Söder

La situazione in Germania

La situazione in Germania continua a essere grave e a preoccupare Merkel e il Governo: «Il numero di casi sta aumentando in modo esponenziale e i posti in terapia intensiva si stanno riempiendo di nuovo», aveva detto Merkel ieri. Anche a causa della della diffusione delle varianti del virus, la Germania è entrata in una «nuova pandemia. Il nuovo virus è molto più letale e contagioso rispetto a prima, e persiste per molto più tempo», aveva dichiarato la cancelliera.

Leggi anche: