Perché l’ambasciatore del Myanmar a Londra è rimasto chiuso fuori dalla sede diplomatica – Il video

Kyaw Zwar Minn aveva criticato la repressione dei militari nel Paese asiatico. Il diplomatico: «Edificio occupato dai militari»

«Un colpo di stato nel cuore di Londra». L’ambasciatore del Myanmar a Londra, Kyaw Zwar Minn, descrive così la situazione nella sede diplomatica birmana, dopo essere rimasto fuori dall’edificio la sera del 7 aprile. Dopo l’aumento di morti causati dalla repressione dei militari contro la popolazione in protesta, il diplomatico aveva criticato il golpe e chiesto la scarcerazione di Aung San Suu Kyi, ex-leader deposta, attualmente agli arresti domiciliari in una località sconosciuta. Per questi motivi, la giunta militare aveva richiamato Kyaw Zwar Minn a tornare nel suo Paese. Cosa che il diplomatico non ha fatto.


La decisione di lasciare fuori l’ambasciatore sarebbe stata presa dal suo vice, Chi Win, su ordine degli stessi vertici militari birmani. «Questa è casa mia, sto aspettando di entrarci. Per questo sto aspettando qui fuori», ha dichiarato Kyaw Zwar Minn ai poliziotti arrivati a Charles Street, dove ha sede l’ambasciata e attorno alla quale si è radunata una piccola folla in sostegno del diplomatico. Attualmente, non sono state rilasciate dichiarazioni ufficiali da parte dell’ambasciata, mentre il ministero degli Esteri britannico ha dichiarato di essere stato informato dalle autorità birmane della fine del mandato dell’ambasciatore. «Dobbiamo dunque accettare la decisione presa dal governo birmano in merito alle funzioni di Kyaw Zwar Minn», comunicano dal ministero in una nota.

Video: YouTube/NEWZEE 2021

Leggi anche: