Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Covid, superano quota 4 milioni gli italiani vaccinati. In un giorno 200.000 somministrazioni: lontano l’obiettivo di Figliuolo

Per questa settimana era stato fissato l’obiettivo di 315 mila dosi giornaliere. Tra le regioni più lente Calabria e Basilicata

Sono 201.469 le dosi di vaccino anti Covid somministrate nell’ultima giornata nei 2.250 hub d’Italia, secondo i dati del governo aggiornati alle 23.16 del 13 aprile 2021. Ancora lontano dunque l’obiettivo di 315 mila dosi giornaliere fissato per questa settimana dal generale Francesco Paolo Figliuolo. A questo punto sembra allontanarsi ancora la meta ambiziosa delle 500 mila dosi al giorno prevista per fine mese. A complicare la situazione, i ritardi nelle consegne annunciati da Johnson&Johnson in attesa del pronunciamento dell’Ema. Intanto, il totale delle somministrazioni è arrivato a 13.530.663, per un numero di vaccinati pari a 4.045.146. Per quanto riguarda le divisioni per categorie, la situazione è la seguente:


  • Operatori sanitari e sociosanitari: 3.162.010
  • Personale non sanitario: 525.321
  • Ospiti di strutture residenziali: 597.563
  • Over 80: 4.708.631
  • Forze armate: 244.838
  • Personale scolastico: 1.119.939
  • Altro: 3.172.361

In generale, in tutta Italia è stato somministrato l’86,9% delle dosi consegnate (13.530.663 su 15.575.830). Le Regioni che fanno meglio ad oggi sono il Veneto (95,2%) e la Valle d’Aosta (94,1%), mentre restano indietro la Calabria (75,1%) e la Basilicata (78,6%).


La somministrazione per fasce d’età

La fascia d’età più coperta in termini assoluti è quella degli ottantenni (4.293.290 somministrazioni in totale), seguita dai 50enni (1.880.377) e dai 70enni (1.733.190), che recuperano dopo il cambio di rotta del governo sulle priorità.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: