Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

L’ultima mossa di Beppe Grillo per la difesa di Ciro: un’indagine privata sulla ragazza attraverso i video di quella notte

Dopo l’indiscrezione del Fatto, secondo cui i legali dei quattro ragazzi stavano pensando di pubblicare un video di quella notte, adesso la strategia del comico genovese punta a fare una ricostruzione della personalità della giovane

Mentre il blocco dei quattro ragazzi, fino a questo momento uniti nella strategia difensiva, si spacca, il garante del Movimento 5 stelle fa un ulteriore scatto in avanti per allestire la difesa del figlio. Beppe Grillo – scrive la Repubblica – ha dato mandato a un medico legale di fare una perizia sulla ragazza. Le «indagini conoscitive» sulla studentessa italo-svedese, presunta vittima di stupro nel caso Ciro Grillo, sarebbero state affidate al dottor Marco Salvi. Il medico, conosciuto per aver lavorato ai casi del serial killer Donato Bilancia e all’omicidio di Carlo Giuliani durante il G8, avrebbe il compito di ricostruire la personalità e il carattere della giovane.


Attraverso filmati e foto, Salvi dovrebbe stabilire quanto la ragazza fosse realmente ubriaca o capace di intendere e volere la notte del 16 luglio 2019. Il medico dovrà ricostruire un ritratto della personalità e dei comportamenti della presunta vittima, così da ottenere una perizia da usare come arma in più per la difesa dei ragazzi. Una strategia che rischia di generare polemiche nell’opinione pubblica e che si aggiunge all’ipotesi al vaglio dei legali dei genovesi – riportata da Il Fatto Quotidiano – di pubblicare un video girato quel giorno nella casa sarda di Beppe Grillo.


Leggi anche: