I Maneskin sul tetto d’Europa. L’Italia vince l’Eurovision Song Contest 2021

Per la terza volta nella storia della kermesse l’Italia conquista la vittoria in Europa. Seconda classificata la Francia, terza la Svizzera

«Non succede, ma se succede…». Ed è successo. I Maneskin hanno vinto la 65esima edizione dell’Eurovision Song Contest 2021. La band romana dopo la vittoria dell’ultimo Festival di Sanremo, con la loro Zitti e buoni, data per favoritissima dai bookmakers sin dall’inizio, ha trionfato anche in Europa. E dopo aver vinto il premio come Miglior testo della kermesse europea, ha sbaragliato la concorrenza della Francia e di Voilà di Barbara Pravi, seconda classificata con 499 punti, e della Svizzera che con Gjon’s Tears e la sua Tout l’Univers si è classificata terza con 432 punti.


Per l’Italia è la terza vittoria in 65 edizioni dell’Eurofestival. La prima italiana a vincere la competizione fu Gigliola Cinquetti con Non ho l’età, nel 1964. A seguire Toto Cutugno che nel 1990 vinse con Insieme: 1992. E i Måneskin, dopo 31 anni, riportano in Italia l’ambito premio, e nel 2022 il nostro Paese ospiterà la 66esima edizione dell’Eurovision. Subito dopo la vittoria, anche dal Governo, attraverso l’account Twitter di Palazzo Chigi, sono arrivati i complimenti per la vittoria della band.


La classifica finale dell’Eurovision 2021

Dopo il voto delle giurie nazionali e del televoto, la classifica finale della 65esima edizione dell’Eurovision è così costituita:

  • Italia – Maneskin – Zitti e buoni: 524 punti
  • Francia – Barbara Pravi – Voilà: 499 punti
  • Svizzera – Gjon’s Tears – Tout l’Univers: 432 punti
  • Islanda – Daði Freyr – 10 years: 378 punti
  • Ucraina – Go_A – Shum: 364 punti
  • Finlandia – Blind Channel – Dark Side: 301 punti
  • Malta – Destiny – Je me casse: 255 punti
  • Russia – Manizha – Russian Woman: 204 punti
  • Grecia – Stefania – Last Dance: 170 punti
  • Bulgaria – Victoria – Growing Up Is Getting Old: 170 punti
  • Lituania – The Roop – Discoteque: 220 punti
  • Portogallo – The Black Mamba – Love is on my side: 153 punti
  • Moldavia –  Natalia Gordenko – Sugar: 115 punti
  • Svezia – Tusse – Voices: 109 punti
  • Serbia – Hurricane – Loco Loco: 102 punti
  • Cipro – Elena Tsagrinou – El Diablo: 94 punti
  • Israele – Eden Alene – Set me free: 93 punti
  • Norvegia – Tix – Fallen Angel: 75 punti
  • Belgio – Hooverphonic – The Wrong Place: 74 punti
  • Azerbaigian – Efendi – Mata Hari: 65 punti
  • Albania – Anxhela Peristeri – Karma: 57 punti
  • San Marino – Senhit – Adrenalina: 50 punti
  • Paesi Bassi – Jeangu Macrooy – Birth of a new age: 11 punti
  • Spagna – Blas Cantó – Voy A Quedarme: 6 punti
  • Germania – Jendrik – I don’t feel hate: 3 punti
  • Regno Unito – James Newman – Embers: 0 punti

Le votazioni

Il trionfo dei Maneskin non è stato immediato. Anzi. Il balzo in avanti è arrivato solo in un secondo momento, grazie alla distribuzione dei punti del televoto. Dopo l’iniziale assegnazione dei voti dalle giurie speciali dei singoli Paesi, i Måneskin erano quarti e fuori dal podio, dietro alla Svizzera, alla Francia e a Malta. E da beffarda e goliardica tradizione, la decisione di San Marino di assegnare il punteggio massimo (12 punti) ai rivali francesi e non all’Italia (a cui ne ha riservati 10) ha creato più di qualche malumore. I “cugini” francesi, poi, quest’anno han deciso di “esagerare”, dal punto di vista italiano: ben zero punti per Zitti e buoni. Gli unici Paesi che hanno assegnato i 12 punti ai Maneskin sono stati Slovenia, Ucraina, Croazia e la Georgia.

EUROVISION 2021 | La classifica parziale delle giurie nazionali (escluso il televoto)

Ma in questa classifica, così come in quella definitiva (che include il televoto) c’è un Paese che non ha ottenuto neanche un punto. Si tratta del Regno Unito. Un risultato che ha creato non poco imbarazzo tra i presenti all’Ahoy Arena di Rotterdam. Una situazione glaciale smorzata solo dall’autoironia del cantante britannico James Newman e da qualche pacca sulla spalla arrivata da parte di alcuni artisti presenti. Ma lo show doveva proseguire, e i presentatori han tentato di correre ai ripari annunciando i punti del televoto assegnati alla Germania. Ma anche in quel caso son stati zero. Ennesimo imbarazzo.

E allora via, si è passati frettolosamente alla Spagna. Anche per loro zero voti. Non si sa più come contenere l’incredulità. Si tenta di passar oltre. È il turno dei Paesi Bassi. Hanno ospitato lo show: almeno un punto l’avran pur preso, pensano. No, zero, di nuovo. Una situazione sempre più ai limiti del surreale, sbloccatasi solo dal quintultimo posto parziale in poi, tra visibile amarezza sui volti di alcuni artisti in gara e scene di pura esaltazione per talune inaspettate volate in avanti, tra cui quella che ha permesso proprio ai Maneskin di vincere l’Eurovision 2021.

Foto in copertina: EPA/Sander Koning

Leggi anche: