Roberto Angelini torna a Propaganda Live per il finale, fan divisi: «Già finita la pausa di riflessione?». Ma anche: «Basta con il giustizialismo da stadio»

Dopo la vicenda sul lavoro non in regola nel suo ristorante e la pausa presa dalla trasmissione, il cantautore romano è tornato per l’ultima puntata di stagione. E i fan si sono divisi tra chi ha perdonato e chi proprio non accetta la scelta

Due settimane fa Roberto Angelini dopo essersi pubblicamente scusato per il caso della lavoratrice assunta in nero nel suo ristorante, ammettendo di aver «sbagliato» e di essere «dispiaciuto per l’accaduto», aveva annunciato che si sarebbe preso «una pausa», lontano dai riflettori. Ma il cantautore romano è tornato sul palco di Propaganda Live per l’ultima puntata della stagione. Del resto, pur non prendendone le distanze, Diego Bianchi non gli aveva mai chiuso la porta, anzi: «Roberto si è scusato più volte con la ragazza e con noi. Ha voluto fare un passo indietro. Rispettiamo la sua decisione, ma questo posto è suo e quando sarà, quando vorrà, potrà tornare». E così è stato. Ma non tutti i telespettatori l’hanno accolto con gioia il ritorno di Angelini, seppure per una sola ultima puntata a fine stagione. 


Le polemiche contro il ritorno di Angelini

«Ho acceso ora la tv, metto Propaganda Live e vedo che è tornato Angelini. La gogna mediatica dei social è sempre un fuoco fatuo. Dura il tempo di una fiammella. Buon per lui», scrive un’utente. «Il ritiro di Angelini da Propaganda è durato più o meno quanto quello di Renzi dalla politica», commenta sarcasticamente un altro utente. Ma c’è anche chi ci va giù più sul pesante: «Il rientro di  Angelini fa capire bene come funziona il mondo di Propaganda: tutti gli altri sbagliano, non vanno perdonati mai e poi mai, distrutti tra le risatine varie. La cazzata la fa uno dei vostri? 15 giorni, ha chiesto scusa, riprendiamolo. Per me avete chiuso!». 


I pareri favorevoli al ritorno di Angelini

Ma, a dir il vero, non sono piovute solo critiche. C’è anche chi, tutto sommato, ha difeso il ritorno in trasmissione del cantautore. «Ma quelli che strepitano per Angelini a Propaganda ieri sera, dopo la multa, dopo la pubblica ammenda, dopo l’autoesclusione, cosa vogliono ancora, “una libbra di carne”? Brutta roba ha creato il grillismo: prima la gogna e ora il patibolo (finché non è il loro», scrive un’altra utente. «Non è Zoro che deve fare giustizia su Angelini, ma chi di competenza nelle giuste sedi – scrive un’altra utente ancora -. Se Angelini ha deciso, in sua coscienza, di tornare, è giusto che la trasmissione per cui lavora gli abbia aperto la porta. Basta con sto giustizialismo da stadio». E infine, un ultimo commento: «Angelini ha fatto una grossa cazzata. Ha fatto lavorare in nero un’amica. Ha fatto 2 cazzate. Ha cercato di metterla in cattiva luce per paracularsi. Ha fatto 3 cazzate. Ha scritto Gatto Matto. Però siete esagerati. Usate sto metro in cabina elettorale. Molto meglio che verso Bob». 

Leggi anche: