Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Kamala Harris ai migranti irregolari: «Non venite negli Usa, vi respingeremo». Ocasio-Cortez la attacca – Il video

Fanno discutere le parole pronunciate dalla vice presidente statunitense in Guatemala. Salvini: «Accuseranno di sovranismo anche lei?»

Nel suo primo viaggio ufficiale all’estero, Kamala Harris, ha fatto tappa in Centro America. Durante il discorso tenuto in Guatemala davanti alla stampa e ai cittadini ha detto: «Voglio essere molto chiara con chi sta pensando di far e quel pericoloso viaggio verso il confine tra Usa e Messico: non venite, non venite. Gli Stati Uniti continueranno a far rispettare le nostre leggi e a proteggere il confine», ha detto la vice presidente rivolgendosi in particolare agli immigrati irregolari. «Non venite, vi faremo tornare indietro». Una dichiarazione che ha fatto rumore e scatenato reazioni diverse, inclusa quella di Matteo Salvini: «La vice presidente giustamente difende i suoi confini. Sarà accusata di “sovranismo”, e magari anche un po’ di “razzismo”, da “intellettuali” e politici di sinistra nostrani?», ha scritto il leader della Lega in un post su Twitter.


Ocasio-Cortez: «Gli Usa hanno speso anni a destabilizzare l’America Latina»

Tra le voci più critiche, quella dell’icona liberal e deputata dem Alexandria Ocasio-Cortez che ha commentato. «Primo, cercare asilo in qualsiasi punto del confine Usa è un metodo legale di arrivo al 100%», ha twittato. «Secondo, gli Usa hanno speso decenni contribuendo a cambiare regimi e a destabilizzare l’America Latina. Non possiamo incendiare la casa di qualcuno e poi incolparlo perché fugge», ha aggiunto.


Leggi anche: