Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Eriksen, il messaggio del capitano Kjaer: «Mi porterò dietro questo choc per sempre. Sono orgoglioso della mia squadra»

«Oggi scenderemo in campo con Christian nei nostri cuori e nei nostri pensieri», ha dichiarato il difensore in una nota diffusa dalla federcalcio danese

La Danimarca torna oggi in campo per la partita dell’Europeo contro il Belgio. Tra i nazionali danesi, reduci dalla sconfitta contro la Finlandia per 1-0, continuano a tenere banco gli aggiornamenti sulle condizioni di Christian Eriksen, colpito da un malore in campo durante il match dello scorso sabato. Rianimato dai paramedici, il centrocampista nerazzurro si trova ancora ricoverato in ospedale dove tra qualche giorno si sottoporrà a un intervento al cuore. I medici hanno deciso di impiantargli un defibrillatore cardiaco. Una decisione che potrebbe porre fine alla sua carriera. Di Eriksen ha parlato oggi il capitano della Danimarca, Simon Kjaer, tra i più tempestivi nel prestare soccorso al compagno dopo l’arresto cardiaco in campo: «Sono orgoglioso di come abbiamo agito come squadra e come siamo rimasti uniti in questi momenti difficili. Sono toccato e grato di tutto il supporto», ha detto in una nota diffusa dalla Federcalcio danese. «Sono stati dei giorni speciali, dove il calcio non è stata la cosa più importante. E’ stato uno choc che farà parte di me e di noi per sempre», ha detto il numero 4 danese. «Oggi – ha aggiunto il difensore rossonero – scenderemo di nuovo in campo contro il Belgio con Christian nei nostri cuori e pensieri. Dà pace alle nostre menti, e ci permette di restare concentrati sul gioco del calcio. Giocheremo per Christian, e come sempre per tutta la Danimarca. Questa è la più grande motivazione per noi».


Continua a leggere su Open


Leggi anche: