Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

A Napoli una farmacia elimina l’Iva al 22% sugli assorbenti: «Il ciclo non è un lusso» – Il video

L’annuncio è stato pubblicato su Facebook: «In quasi tutta l’Europa si è legiferato a riguardo, purtroppo in Italia viene sempre rimandata la questione»

Una piccola rivoluzione è portata avanti dalla Farmacia Segreto di Napoli che ha scelto di eliminare totalmente l’Iva su qualsiasi tipologia di assorbenti di qualsiasi brand, «sottraendo alla cassa l’equivalente dell’imposta. Perché il ciclo non è un lusso», ha scritto il personale del negozio in un post pubblicato su Facebook, allegando un video che spiega la questione. «In quasi tutta l’Europa si è legiferato a riguardo, purtroppo in Italia viene sempre rimandata la questione», hanno aggiunto. Nel Paese l’Iva può arrivare fino al 22%. Se per alcuni prodotti considerati “necessari” cui viene applicata un’Iva “calmierata” del 4% «come per esempio frutta, verdura, lamette da barba, alimenti deteriorabili, etc, sugli assorbenti femminili – di qualsiasi tipo siano – viene applicata un’Iva al 22%» come se fosse un bene di lusso. «Grazie!», scrivono le utenti. «Grande esempio di consapevolezza, un gesto che doveva fare il Governo o le aziende produttrici», scrive un utente. Lo scorso dicembre, l’ex presidente della Camera Laura Boldrini ha presentato un emendamento a sua prima firma al disegno di legge di Bilancio per intervenire sulla cosiddetta tampon tax e per ridurre l’Iva al 5% per tutti gli assorbenti, non solo quelli biodegradabili. Nel 2019 era stato approvato un taglio dell’imposta su assorbenti compostabili e lavabili.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: