Messi a mezzanotte sarà svincolato: corsa contro il tempo per il rinnovo col Barcellona

Nonostante gli sforzi del suo procuratore, il giocatore argentino non ha ancora trovato un nuovo accordo con il club catalano

Ancora poche ore alla scadenza del contratto tra Lionel Messi e il Barcellona. La società blaugrana e l’argentino non avrebbero ancora trovato un accordo per il rinnovo del contratto, nonostante l’insistenza e i tentativi del suo procuratore, Joan Laporta. A partire dalla mezzanotte il sei volte pallone d’oro argentino sarà svincolato a parametro zero e potrà quindi firmare contratti con altre squadre. Già nell’estate del 2020, alcune indiscrezioni avevano fatto trapelare la decisione dell’argentino di lasciare il club blaugrana dopo alcune frizioni con la società. Ma la dirigenza catalana aveva impugnato la clausola da 700 milioni che il giocatore avrebbe dovuto pagare in caso di recesso anticipato. Messi aveva poi deciso di restare al Barcellona fino alla naturale scadenza del contratto prevista appunto per il 30 giugno. Messi, 34 anni, è al Barcellona dal 2001. E la difficoltà di chiudere le complesse trattative sul rinnovo potrebbero rompere un rapporto durato vent’anni. «Se Messi ci dicesse di sì il prima possibile ci sarebbe di grande aiuto», ha dichiarato lo stesso Laporta. Dalla sede della dirigenza del Barcellona non ci sono timori – secondo il quotidiano sportivo Mundo Deportivo – sul rinnovo del contratto perché c’è la piena volontà di Messi di continuare a indossare la maglia del Barça.


Grafica copertina/Vincenzo Monaco


Leggi anche: