Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Euro 2020, Belgio-Italia: 1-2. Gli azzurri sono in semifinale

La squadra di Mancini conquista il passaggio del turno. Il prossimo 6 luglio incontrerà la Spagna a Wembley

È finita! L’Italia è in semifinale!


90′ – Ammonito Berardi.


84′ – Ci prova Doku da fuori area. Palla alta sopra la traversa.

78‘ – Infortunio per Spinazzola. Il terzino sostituito da Emerson.

70′ – Azione pericolosa del Belgio in area. Ma Insigne allontana.

66′ – Occasione per l’Italia con Spinazzola. Il terzino si inserisce in area dalla sinistra. Riesce a calciare ma il pallone finisce fuori

61′ – Pericolosa occasione per Lukaku. Spinazzola salva sulla linea di porta.

57′ – Angolo per l’Italia battuto da Insigne. Nulla da fare.

56′ – Doku pericoloso sulla sinistra. Pericolosa entrata in area, ma Donnarumma riesce a intercettare un cross basso.

Con Insigne la nazionale di Mancini raggiunge quota 90 gol

45′ – Inizia il secondo tempo.

Ottimo primo tempo per gli azzurri. La squadra di Mancini è stata però penalizzata allo scadere da un rigore dubbio per una spinta di Di Lorenzo in area.

45’+2 – Lukaku non sbaglia dagli 11 metri e segna la prima rete della partita per il Belgio.

44′ Gol!!! Destro a giro di Insigne che porta l’Italia sul 2-0.

31′Gol!!! Si sblocca il risultato a Monaco. Barella porta in vantaggio l’Italia.

26′ – Buona questa prima parte di partita per Chiesa. Il bianconero entra in area, ma viene fermato.

24′ – Contropiede del Belgio. Uno contro uno di Lukaku che prova a superare Chiellini. Donnarumma intercetta il pallone alla sua destra e finisce in angolo.

21′ – Super parata di Donnarumma su De Bruyne.

19′ – Giallo per Verratti.

13′ – Annullato un gol di Bonucci per fuorigioco.

3′– Ancora Lukaku avanti, ma il tiro è alto.

1′ – Dopo pochi secondi, Donnarumma è costretto a un’uscita su Lukaku.

Le formazioni ufficiali

Il Ct Roberto Mancini ha chiarito i dubbi della vigilia sul reparto difensivo. Dentro quindi Chiellini al fianco di Bonucci per provare a fermare Romelu Lukaku. La novità è Chiesa in campo fin dal primo minuto. Il bianconero è stato preferito a Domenico Berardi.

Belgio (3-4-2-1): Courtois; Alderweireld, Vertonghen, Vermaelen; Meunier, Witsel, Tielemans, T. Hazard; De Bruyne, Doku; Lukaku.
Italia (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Barella, Jorginho, Verratti; Chiesa, Immobile, Insigne.

I precedenti sorridono agli Azzurri

Si tratta del 23esimo incontro tra Italia e Belgio, con un bilancio che sorride agli Azzurri: 14 vittorie, 4 pareggi e 4 sconfitte. In palio questa sera non c’è solo l’accesso alle semifinali. Con entrambe le squadre vittoriose nelle ultime 14 partite degli Europei (qualificazioni comprese), chi vincerà la partita a Monaco entrerà nella storia della competizione per la striscia più lunga di successi, superando la Germania. L’attesa per il match di questa sera corre anche sui social, dove la nazionale belga ha postato una immagine di Romelu Lukaku in veste di gladiatore, trionfante in un’arena con le bandiere italiane sventolanti, e ai suoi piedi un elmo e uno scudo con i simboli della nazionale azzurra. «Veni, vidi…», il testo in latino del post, in cui manca solo il verbo della conquista, rappresentato però dall’urlo di Lukaku, affiancato in questa scena da due compagni di squadra, fra cui Dries Mertens, che potrebbe giocare fra i titolari questa sera visti i problemi fisici di Eden Hazard e Kevin De Bruyne. Il primo va verso il forfait, più facile il recupero del secondo. «Spero ci siano entrambi», ha commentato il ct azzurro Roberto Mancini.

Stasera, prima del calcio di inizio, gli occhi saranno puntati anche sugli undici giocatori azzurri in campo e sulla loro decisione di inginocchiarsi o meno in segno di solidarietà con il movimento Black Lives Matter e la lotta contro il razzismo. Come ha fatto sapere la Figc gli azzurri si inginocchieranno solo se lo faranno gli avversari. I giocatori del Belgio finora si sono sempre inginocchiati prima dei match di Euro 2020. Con ogni probabilità, dunque, questa sera lo faranno anche gli Azzurri.

Sabato la Danimarca sfida la Repubblica Ceca: «Giocheremo per Eriksen»

Sabato 3 luglio alle 18 si sfideranno Danimarca e Repubblica Ceca: «Domani giocheremo per Eriksen», il centrocampista dell’Inter che ha avuto un arresto cardiaco in campo contro la Finlandia, «lui è il cuore della squadra», ha detto il ct della Danimarca Kasper Hjulmand alla vigilia del match per i quarti di finale. «Paura? Non puoi giocare se hai paura, domani scenderemo in campo liberi, con l’intenzione di dare il meglio di noi stessi. Sarà una partita straordinaria e siamo entusiasti di poterla giocare per tutta la Danimarca. Sogniamo di vincere, spinti dal sostegno del nostro popolo».

Continua a leggere su Open

Leggi anche: