Scatta lo stop alla plastica monouso in Europa: dai piatti alle cannucce, ecco tutti i prodotti banditi

Da oggi, 3 luglio, entra in vigore in tutta l’Ue la direttiva Sup, che prevede il bando di prodotti di plastica monouso come piatti, cannucce, cotton fioc. Ecco la lista completa dei prodotti messi al bando

L’Unione Europea dice ufficialmente addio all’uso ai prodotti di plastica monouso più inquinanti, ossia quelli maggiormente trovati sulle spiagge e al mare e che, assieme agli attrezzi per la pesca, rappresentano circa il 70% dei rifiuti marini. Entra così in vigore la direttiva Sup (Single Use Plastic), approvata nel giugno del 2019 e recepita dall’Italia con legge nazionale nell’aprile 2021, con la Legge di delegazione europea del 22 aprile 2021, che prevede una riduzione dell’impiego anche per i bicchieri di plastica, equiparati alle tazze per bevande. Per i venditori sarà possibile continuare a vendere i prodotti sino a esaurimento scorte e stock, dopodiché questi prodotti verranno proibiti del tutto.


Dal 3 luglio scatta lo stop dell’Unione europea alla plastica monouso

A fissare le linee guida è stata la Commissione Europea che ha fornito «orientamenti sulle principali definizioni contenute nella direttiva, oltre ad esempi di prodotti da considerare compresi o meno nel suo ambito di applicazione». Secondo la Commissione sono soggetti alla direttiva Sup tutti i prodotti realizzati sia in parte sia in toto in plastica monouso. Tuttavia la direttiva non viene applicata ai Dpi, i dispositivi di protezione individuale (mascherine e guanti monouso). Ma quali sono i prodotti ufficialmente banditi? Da oggi, 3 luglio, viene bandita la vendita e l’utilizzo di piatti e posate, cannucce, cotton fioc, palette da cocktail, bastoncini dei palloncini, contenitori per alimenti e bevande in polistirolo. Esclusi dalla direttiva, al momento, i bicchieri in plastica (per cui si raccomanda tuttavia una riduzione progressiva del consumo), così come le bottiglie per bibite e i flaconi per detersivi e detergenti, oltre agli imballaggi per cibi. 


Foto in copertina: EPA/STIAN LYSBERG SOLUM NORWAY OUT

Leggi anche: