Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La frecciata di Mourinho all’Inter: «Facile vincere e non pagare gli stipendi. Conte? Non potete paragonarlo a me» – Il video

Il neo allenatore della Roma: «Io sono stato unico, come Herrera. I titoli arriveranno, ma in maniera sostenibile»

La stagione deve ancora iniziare, e José Mourinho già alza i toni contro i suoi rivali. Se c’è da criticare l’Inter, club con il quale il portoghese ha vinto il triplete, l’allenatore della Roma non fa complimenti. Nella conferenza stampa di oggi, 8 luglio, lo special one, ha spiegato che è presto per parlare di scudetti e coppe. «I titoli arriveranno, ma deve essere un calcio sostenibile – e qui lascia partire la prima stoccata ai nerazzurri -. Facile vincere se poi non hai soldi per pagare gli stipendi». Il club di Milano, per appianare i debiti, ha recentemente venduto Achraf Hakimi al Paris Saint Germain e ha rescisso il contratto con Antonio Conte. Proprio all’ex tecnico nerazzurro Mourinho lancia la seconda stoccata: «Se mi mancherà sfidare Conte? Ogni club ha la sua storia, ci sono persone che hanno fatto la storia di quel club e ci sono persone che non meritano di essere paragonate. Qui – alla Roma – Liedholm e Capello sono stati unici, così come è stato per me o Herrera all’Inter».


Leggi anche: