Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Chi è Antonella Palmisano, la marciatrice che si regala l’oro per il suo compleanno. Il riscatto a Tokyo dopo la beffa di Rio

Cinque anni dopo la delusione degli scorsi Giochi olimpici, l’atleta delle Fiamme Gialle ha portato all’Italia il primo oro di sempre nella marcia femminile.

Nel giorno del suo 30esimo compleanno Antonella Palmisano ha conquistato una medaglia d’oro storica per la marcia femminile. Un primo posto che mai era arrivato per un movimento che da anni vede l’Italia tra le migliori interpreti a livello mondiale. Palmisano, pugliese come l’altro campione olimpico dei 20km, Massimo Stano, è cresciuta sportivamente a Mottola, in provincia di Taranto, allenata dal tecnico Tommaso Gentile. Il suo amore per lo sport inizia però in un campo di pallavolo. Una passione, quella per la rete e i nove metri, che Palmisano coltiva fino all’età di 12 anni quando si avvicina alla marcia. Palmisano ha talento e fin da giovane inizia a primeggiare nel mondo dell’atletica quando nel 2010 va a prendersi la Coppa del Mondo juniores.


Da Mottola a Roma: i mondiali, gli europei, e poi le Olimpiadi

Come l’altro marciatore, Massimo Stano, anche Palmisano ha lasciato la Puglia per il Lazio dove ha iniziato ad allenarsi guidata da Patrizio Parcesepe, tecnico delle Fiamme Gialle. Per l’azzurra, dopo la coppa del mondo, arrivano altri risultati importanti. Ai mondiali di Pechino 2015 Palmisano conquista un quinto posto, mentre all’appuntamento olimpico dell’anno successivo, quello di Rio, Palmisano finisce a ridosso del podio con un quarto posto. La stagione dell’atleta pugliese era iniziata in salita con un infortunio al tibiale destro. Dopo quella medaglia di legno Palmisano riprende ad allenarsi e nel 2017 arriva il record italiano nei 10mila metri su pista con 41:57.29. Ai mondiali di Londra Palmisano va finalmente a prendersi il podio con il tempo di 1h26:36. Per l’azzurra un bronzo arriva agli Europei di Berlino del 2018 e due anni dopo il nuovo record italiano nei 10km su strada con 41:28. Nello stesso anno, Palmisano sposa Lorenzo Dessi, anche lui marciatore azzurro.


Leggi anche: