Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Afghanistan, il governo dei talebani sarà guidato dal mullah Mohammad Hasan. Haqqani ministro dell’Interno

Le nomine sono state annunciate in conferenza stampa. Baradar sarà il numero due dell’esecutivo

Il mullah Mohammad Hasan è stato nominato primo ministro ad interim del nuovo governo provvisorio dei talebani in Afghanistan. Lo annuncia il portavoce Zabihullah Mujahid in conferenza stampa. A Hasan era affidata fino ad oggi la presidenza del Rahbari Shura, (letteralmente il ‘Consiglio della guida’, cioè il Consiglio direttivo), che ha svolto le funzioni di governo dei talebani, prendendo tutte le maggiori decisioni prima di sottoporle all’approvazione della Guida suprema del movimento, il mullah Hibatullah Akhundzada. Nei giorni scorsi media pachistani avevano riferito che lo stesso Akhundzada aveva scelto Mohammad Hasan come nuovo primo ministro.


Baradar sarà il numero due del governo

Il mullah Abdul Ghani Baradar, co-fondatore dei talebani, negoziatore con gli Usa a Doha e capo politico in pectore degli studenti coranici, sarà invece il vice leader del nuovo governo a Kabul. Il mullah Yaqoub, figlio del mullah Omar, sarà ministro della Difesa, mentre Siraj Haqqani, leader della temibile e omonima rete alleata dei talebani, avrà l’incarico di ministro dell’Interno. Haqqani è attualmente ricercato dall’Fbi per terrorismo, con una taglia di 5 milioni di dollari, secondo quanto riferisce la stessa agenzia Usa. Nella lista dei ministri pubblicata da Tolo News, non figura più il dicastero per gli Affari femminili. Il nuovo governo, ha detto Mujahid, «dovrà affrontare i problemi immediati, soprattutto la povertà. Il problema della sicurezza è risolto, perché non c’è più la guerra».


Leggi anche: