Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Us Open, chi è la 18enne Emma Raducanu, la prima tennista della storia ad arrivare in finale partendo dalle qualificazioni

Sarà un match “teen”, come lo hanno definito: anche la sua avversaria è giovanissima. Entrambe sono nate nel 2002

Sarà la britannica Emma Raducanu a giocarsi il tutto per tutto nella finale degli Us Open di Flushing Meadows contro Layla Fernandez. Un match “teen”, come è stato definito, per la giovane età delle due: sono nate nel 2002, entrambe in Canada. Era dal 1999 che non si vedeva una finale Slam giocata da under 20. A catalizzare però l’attenzione è Raducanu che è arrivata alle fasi finali della competizione senza perdere mai neanche un set. Imbattibile anche nella semifinale: nessuna tregua per l’avversaria Maria Sakkari, sconfitta per 6-1 6-4. Nata a Toronto da padre romeno e madre cinese, ma trasferitasi a due anni in Inghilterra, a luglio Raducanu si era imposta come la più giovane britannica nella storia ad arrivare al quarto turno a Wimbledon. Era poi uscita agli ottavi, costretta al ritiro da un attacco di vertigini e da problemi respiratori contro l’australiana Ajla Tomljanovic.


Incassata la sconfitta, ha conseguito l’esame di maturità con una A, il massimo dei voti, in Matematica ed Economia. Poi è arrivata la prima finale di un torneo Atp a Chicago, persa contro la coetanea Clara Tauson. Tra gli esperti, si dice che quello di Emma sarà un brillante futuro: è infatti dotata di un buon servizio e un dritto efficace. Un occhio di riguardo anche per velocità di piedi e la naturale propensione nel chiudere i punti a rete. Il tennis è solo l’approdo di una lunga carriera sportiva, che l’ha vista passare dalle sale del balletto classico, all’equitazione, dal nuoto allo sci. L’ultima tennista britannica a vincere un torneo del Grande Slam è stata Virginia Wade a Wimbledon nel 1977.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: