Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Green pass, Salvini: «Tamponi validi 72 ore o rischiamo il caos». Anche le Regioni in pressing

Monta il dibattito in vista del 15 ottobre, quando la certificazione verde diventerà obbligatoria sul posto di lavoro. La presidente dei senatori di Forza Italia, Anna Maria Bernini: «Il governo introduca l’obbligo vaccinale»

Allungare i tempi di validità del Green pass dopo il tampone. La richiesta, a pochi giorni dal 15 ottobre, quando la certificazione verde diventerà obbligatoria per accedere ai luoghi di lavoro, arriva da Matteo Salvini. Il leader della Lega su Twitter ha scritto: «Allungare la durata minima del Green pass da 48 a 72 ore è possibile, anzi doveroso e previsto dall’Europa. Evitare caos, blocchi e licenziamenti il 15 ottobre è fondamentale». A stretto giro, le Regioni hanno chiesto di riorganizzare il sistema di rilascio dei Green pass dopo l’esecuzione dei tamponi, allungando i tempi di validità (attualmente 48 ore con test rapido e 72 con molecolare) e dando la possibilità alle imprese di organizzarsi anche autonomamente per l’esecuzione dei test, oltre al supporto delle farmacie. Le Regioni paventano il rischio caos in vista del 15 ottobre. Mercoledì 13 ottobre il tema potrebbe essere affrontato in Conferenza delle Regioni.


L’appello di Bernini (Forza Italia) al governo

Anche la presidente dei senatori di Forza Italia Anna Maria Bernini è intervenuta sul tema di Green pass e lavoro, chiedendo di rendere obbligatoria la vaccinazione anti Covid: «Va valutata davvero molto seriamente da parte del governo l’opportunità di introdurre l’obbligo vaccinale, perché non si può rischiare di compromettere da una parte la salute pubblica e dall’altra la ripresa economica. Lo abbiamo sempre considerato una misura estrema, che ora va presa in seria considerazione». «Il Green pass si è dimostrato il passpartout per uscire dalla pandemia», ha scritto in una nota, ma «purtroppo sono milioni nella fascia di età lavorativa» i non vaccinati e «ora rischia di creare il caos nelle aziende per il numero abnorme di tamponi» necessari.


Leggi anche: