Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Nazionale, Balotelli ‘chiama’ Mancini: «Se mi convoca per gli spareggi, torno a piedi dalla Turchia»

Supermario punta alla convocazione per i playoff di marzo: «Ho parlato con il ct. Lui mi ha detto quello che vuole da me affinché io possa tornare. E lo farò»

Mario Balotelli “chiama” Roberto Mancini. «Se sapessi oggi di essere convocato per gli spareggi di marzo, partirei a piedi dalla Turchia», ha detto l’attaccante in un’intervista su Ocw Sport, podcast calcistico quotidiano condotto da Andrea Panciroli (Il Pancio) e Domenico Manfredi. Balotelli attualmente gioca nell’Adana Demirspor, con cui ha segnato finora 5 gol in 10 partite. Dal Mondiale del 2014 ha messo insieme solamente quattro convocazioni in azzurro, ma resta il secondo miglior marcatore in attività (14 gol dietro ai 15 di Ciro Immobile). «Ciro è un bomber e in Nazionale è un attaccante che serve tanto alla squadra. Fa tanto lavoro sporco e in più fa gol. Per le mie caratteristiche potrei giocare in coppia con tutti. E quindi anche con Ciro. Posso giocare bene con tutti».


Balotelli si è anche soffermato al suo rapporto con il ct, che è stato il suo allenatore sia ai tempi dell’Inter sia del Manchester City: «Con Mancini ho un ottimo rapporto, da sempre. Lui mi ha serenamente detto quello che vuole da me affinché io possa tornare in Nazionale. E io lo farò. Se l’ho sentito ultimamente? Sì. Quello che lui vuole da me lo ha già detto più volte. Io non devo promettere niente a me stesso. Lui lo sa che se io sto bene perché non dovrebbe convocarmi?». Poche ore prima dell’intervista di Balotelli il fratello Enock, ospite della stessa trasmissione, aveva parlato di complotto nei confronti dell’attaccante.


Immagine di copertina da Ansa

Continua a leggere su Open

Leggi anche: