Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Friuli-Venezia Giulia in zona gialla da lunedì. Bolzano rimane in bianco

Il Friuli è una delle due regioni che supera la soglia di allerta per le terapie intensive. La provincia autonoma è ancora sulla soglia

Il Friuli-Venezia Giulia sarà l’unica regione a passare in zona gialla da lunedì 29 novembre. L’agenzia di stampa Ansa scrive che l’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza oggi porterà in giallo soltanto il Friuli, mentre Bolzano e l’Alto Adige resteranno in bianco. Il Friuli, insieme alle Marche è una delle due regioni che supera la soglia di allerta per le terapie intensive, fissata al 10%: rispettivamente 16% e 11%. Bolzano invece è ancora sulla soglia del 10%. Ma nella provincia autonoma risultano superate ampiamente le soglie dell’incidenza (458,9, la più alta in Italia) e dei ricoveri ordinari (16,2%). E alcuni comuni si trovano già in zona rossa. Il lockdown varato con ordinanza dal governatore Arno Kompatscher sembrava una prova generale dell’approdo in giallo: «Abbiamo anticipato le restrizioni in accordo con il ministero della Salute dal momento che abbiamo un’incidenza elevata e il trend in aumento», ha detto qualche giorno fa il governatore. Ma per ora la zona gialla è rimandata. Intanto l’Alto Adige negli ultimi due giorni ha registrato oltre mille nuovi casi di Covid-19. Ai 547 di ieri oggi si aggiungono infatti 540 tamponi pcr positivi su 2.751. Sale anche il numero dei ricoveri nei normali reparti che oggi sono 88 (+7) e nelle cliniche private con 62 (+1), mentre resta stabile a 9 il numero di letti occupati in terapia intensiva.


Leggi anche: